Category Archives: News

News

Sorrisi magazine Come sfruttare al meglio la luce naturale per le nostre abitazioni

Published by:

Una casa luminosa è una casa più bella, capace inoltre di valorizzare al massimo i suoi ambienti.

Ovviamente per ottenere luminosità, esiste la possibilità di sfruttare la luce elettrica, va tenuto però presente come questa sia di qualità inferiore alla luce naturale e, ovviamente, vada a influire sulla bolletta creando uno spreco energetico in un ambiente magari illuminabile semplicemente con la splendida luce del sole.

La luce naturale, poi, rende gli ambienti più piacevoli e belli, inoltre risulta più gradevole all’occhio e non genera quei fastidi che si riscontrano spesso con la luce delle lampade.

Ecco perché è necessario sfruttare al massimo l’illuminazione naturale per la nostra abitazione.

Tende da sole

La luce naturale è eccezionale per l’illuminazione della casa, capita però, specialmente nel periodo estivo, che questa possa danneggiare con il suo calore alcuni elementi (pareti, porte e finestre), così come presentarsi in maniera eccessiva perdendo le connotazioni positive e diventando un fastidio.

Grazie alle tende da sole, sarà possibile sfruttare al meglio la luce solare, filtrandola fino a raggiungere la luce perfetta e l’effetto desiderato. L’utilizzo di tende da sole di qualità permette infatti, per prima cosa di proteggere porte, finestre e ambienti della casa.

Non è necessario però rinunciare alla luce, ecco che particolari materiali e trasparenze permettono di diffondere la luminosità, evitando comunque di fare colpire la casa direttamente dai raggi solari. Una scelta quindi che ci permette di sfruttare al massimo la luce naturale, evitando gli aspetti negativi.

Utilizzare le vetrate

Una delle idee migliori per sfruttare al meglio la luce naturale, è proprio quella della vetrate. Questo tipo di struttura permette infatti di illuminare l’ambiente di casa ottenendo il massimo della luminosità proveniente dall’esterno. Ideale per la sala ma da non trascurare nemmeno per camera da letto e cucina, la vetrata è una delle scelte più intelligenti che garantisce una illuminazione costante senza il dispendio di energia elettrica.

Finestre ampie e tende trasparenti

Ovviamente le finestre offrono una buona dose di luminosità naturale. Bisogna però scegliere finestre molto ampie e possibilmente corredate da tende con una certa trasparenza. L’ideale è filtrare leggermente la luce del sole attraverso apposite tende, così da ottenere una luminosità perfetta, non troppo aggressiva, ma capace di diffondersi per la stanza.

Inserti in vetrocemento

Se abbiamo una stanza particolarmente luminosa, possiamo sfruttarla per illuminare anche quelle adiacenti. Ecco che l’utilizzo di un inserto in vetrocemento, permette di diffondere per tutta la casa la luminosità che magari otteniamo in una sola area.

Questa scelta, oltre a dare la possibilità di diffondere al massimo la luce naturale, è anche una scelta di design moderna e accattivante, capace di rivitalizzare un ambiente e di donare una sensazione di ampiezza.

Sfruttare la luce naturale è una mossa ecologica che porta con sé qualità e risparmio. Ecco perché è così importante studiare accuratamente gli ambienti di casa per scoprire quale opzione sia la migliore per la nostra illuminazione.

Quello che è certo è che una volta trovato il metodo ideale, non torneremo mai più alla luce elettrica durante il giorno e ci godremo la luce del sole fino agli ultimi istanti del tramonto!

L'articolo Come sfruttare al meglio la luce naturale per le nostre abitazioni proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine OCSE: Crescono le disuguaglianze tra generazioni

Published by:

Gli ultimi dati dell’Ocse preannunciano un 2018 difficile

Non sono per niente rosei gli ultimi dati prodotti dall’Ocse relativamente alla situazione economica e lavorativa del nostro paese.

Pare infatti che il gap tra vecchie e nuove generazioni sia cresciuto in maniera sostanziale.

Il tasso di occupazione è infatti aumentato per quanto riguarda gli anziani e crollato invece tra i giovani tra i 18 e i 24 anni. Un quadro che sembra annunciare una generazione perduta, una categoria di giovani con grosse difficoltà a trovare un posto di lavoro mentre il welfare fatica a funzionare.

Anche nei redditi la variazione è molto alta, le differenze tra anziani a giovani si fanno sentire con prospettive estremamente negative per il futuro.

Disuguaglianze di età e gap generazionale

“Le ineguaglianze tra i nati dopo il 1980 sono già maggiori di quelle sperimentate dai loro parenti alla stessa età”, riporta l’Ocse. “Le diseguaglianze tendono ad aumentare durante la vita lavorativa, una maggiore disparità tra i giovani di oggi comporterà probabilmente una maggiore diseguaglianza fra i futuri pensionati, tenendo conto del forte legame che esiste tra ciò che si è guadagnato nel corso della vita lavorativa e i diritti pensionistici”.

La situazione descritta mostra quindi le difficoltà che vivranno le attuali generazioni al raggiungimento del pensionamento, riducendo la speranza di uno stile di vita dignitoso.

Le prospettive per il futuro preannunciano una nuova classe di anziani sulla soglia di povertà, incapaci di supportare le generazioni che verranno, un serpente che si morde la coda a cui difficilmente i governi riusciranno a trovare una soluzione.

Disuguaglianze anche tra i sessi

Non solo giovani e vecchi, ma anche disuguaglianze tra i sessi vanno a rendere ancora più neri gli ultimi dati diffusi.

A quanto pare, infatti, le donne percepiscono una media di stipendio del 20% inferiore a quella degli uomini.

Una situazione estremamente negativa che inizia a mostrare le falle della falsa ripresa annunciata recentemente da parte del governo sulle pagine dei giornali.

L'articolo OCSE: Crescono le disuguaglianze tra generazioni proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Moda: i trend per l’autunno-inverno 2017/2018

Published by:

Quali sono i trend moda dell’autunno inverno 2017/18?

Con i primi freddi e la pioggia che inizia a cadere, anche la moda si prepara a una nuova ondata che caratterizzerà i mesi più freddi dell’anno. L’inverno non è poi così negativo per chi ama la moda! E’ proprio in questo periodo che possiamo sfoggiare nuovi capi, accessori e tutto quello che dà vita al nostro outfit perfetto.

Ecco che le collezioni autunno/inverno mostrano una prima chiarissima tendenza: i colori! Quest’anno sarà infatti caratterizzato da un’inversione di stile, niente tonalità cupe e così dette “invernali” ma un vero arcobaleno di colori forti e accesi che strizzano l’occhio agli anni 90.

Un inverno peloso

Altra tendenza che torna ancora più forte dallo scorso anno è il peluche! Giacconi e abiti in finto pelo quest’anno prendono il sopravvento e conquistano le passerelle e, di conseguenza, anche la vita quotidiana di chi vuole tenersi alla moda del momento. Dai colori più svariati che passano dall’eleganza all’esuberanza, il morbido peluche ci terrà calde per tutto l’inverno e magari anche ai primi freddi autunnali.

Un salto negli anni 60

Ecco che arrivano anche i pois, vero tormentone delle passerelle che ci catapultano negli anni 40. Il motivo a pois viene rielaborato e reinventato. Lo troveremo come il prezzemolo su giacche, gonne, borse, così come su occhiali e soprattutto accessori!

Enomix

Altro elemento di rilievo delle tendenze di questo inverno è il mix etnico! Le influenze di tutto il mondo si fondono all’interno di capi di abbigliamento che uniscono generi e culture in una vero e proprio melting pot culturale dove ci ritroveremo a indossare versioni adattate di abiti tradizionali, tendenze che arrivano dall’Africa e dal Giappone, così come da Cina ed India, e che saranno capaci di portare una ventata di aria fresca e anarchia nel vestiario quotidiano.

Caldo, ancora più caldo!

Arriva anche il plaid, attenzione, niente copertine sulle gambe, ma vero e proprio capo di vestiario caldissimo rielaborato in motivi di design e in forme che vanno dal classico al trasgressivo. Il plaid farà sicuramente la gioia delle più freddolose, una rivoluzione nella scelta dei materiali e una mossa apparentemente folle che sta invece prendendo il sopravvento!

L'articolo Moda: i trend per l’autunno-inverno 2017/2018 proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Natale in vacanza: le 5 mete preferite dagli italiani

Published by:

Natale in vacanza, dove vanno gli Italiani?

Il Natale è sì un periodo dove riunirsi con la famiglia, scambiarsi regali e passare del tempo spensierato insieme. tradizionalmente però, le ferie natalizie, come ci insegna una lunga saga di cinepanettoni, sono anche un periodo di vacanza e di viaggio per le famiglie italiane.

Curiosi di sapere dove gli abitanti del Belpaese passano le vacanze natalizie?

Ecco qua le 5 mete preferite dagli italiani:

Bolzano:

Gli italiani difficilmente si spostano dal territorio durante le vacanze di Natale, ecco che si spingono però al limite estremo del paese, la splendida città di Bolzano. Durante il periodo festivo, tra decorazioni tipiche e mercatini di Natale, Bolzano diventa una delle mete più ambite e amate per passare le ferie in coppia o in famiglia.

Vienna:

Appena oltre confine, Vienna è un vero e proprio sogno di bellezza e tradizione. Tra mercatini, addobbi e monumenti, la città austriaca si guadagna un posto nella classifica delle mete vacanziere.

Napoli:

Natale al sud? Ebbene sì, la bellezza di Napoli acquista tutta un’altra tonalità durante il periodo invernale. trasformando la splendida città italiana in un luogo perfetto per godere un periodo sereno all’insegna dell’arte, della cultura e del mangiar bene.

Venezia:

Bella tutto l’anno, Venezia diventa un sogno ad occhi aperti nei mesi invernali. Le luci si riflettono sopra i canali, le strade si riempiono di banchetti e persone, e la magia di una delle più belle città al mondo si fonde con quella del Natale.

Parigi:

Altra meta oltre confine, Parigi è sempre meravigliosa, specialmente nel periodo invernale. Città intramontabile e immensa, ricca di arte e cultura, così come di vita notturna, Parigi è uno dei luoghi più romantici al mondo. Ecco che gli italiani la prediligono tra le scelte natalizie, senza dimenticare i vari eventi legati all’ultimo dell’anno e all’arrivo dell’anno nuovo.

L'articolo Natale in vacanza: le 5 mete preferite dagli italiani proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Che cos’è l’escapologia fiscale?

Published by:

Escapologia fiscale: come pagare meno tasse

Si parla molto, specialmente sul web, della così detta “escapologia fiscale“, ovvero l’arte di pagare meno tasse attraverso vie di fuga e cavilli di ogni tipo sfruttabili da esperti di questo settore.

Stiamo parlando di una vera e propria nuova figura professionale: l’escapologo fiscale, un professionista che sta a metà tra un commercialista, un consulente e un tributarista.

Il compito di questo personaggio è proprio quello di analizzare il piano fiscale di un’azienda o di un professionista e scoprire tutti quegli elementi che permettono di ridurre la tassazione subita. Ecco che entrano in gioco sgravi, calcoli e tanti altri dettagli che vanno a determinare il peso fiscale e che ci permettono di scoprire, magari, di aver pagato tasse eccessive per semplici dimenticanze o calcoli erronei.

Darsi all’escapologia fiscale

Nonostante possa suonare altisonante, questa disciplina non è niente di straordinario, siamo semplicemente di fronte a un piano ben preciso di analisi e messa in pratica di azioni che portino come risultato la riduzione delle tasse. Niente di illegale quindi, semplicemente una attenta pianificazione e una approfondita conoscenza della legislazione da sfruttare a nostro favore, finendo per pagare solo ed esclusivamente ciò che davvero dobbiamo pagare.

Spesso e volentieri, infatti, errori del commercialista e mancate comunicazioni finiscono per mettere molti imprenditori nei guai e attivando pagamenti non previsti, magari per aver superato una soglia senza rendersene conto. L’escapologo fiscale prende così la forma di un super commercialista, interessato principalmente al nostro risparmio e a fare di tutto perché questo si realizzi.

Niente miracoli ma solo precisione e applicazione delle normative

Non aspettatevi quindi miracoli o segretissime tecniche di evasione fiscale, siamo semplicemente di fronte a quello che dovrebbe essere la normalità. Pagare le tasse che dobbiamo allo stato, non un centesimo di più, non uno di meno.

L'articolo Che cos’è l’escapologia fiscale? proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Tutto quello che c’è da sapere su iPhone X

Published by:

Cosa sappiamo di iPhone X?

Anche quest’anno Apple si presenta con la sua nuova linea di prodotti, ovviamente quello attorno al quale sono nati più rumors e discussioni è proprio il nuovo iPhone che si chiamerà iPhone X.

Il primo elemento che ha fatto davvero discutere è il prezzo del nuovo gioiellino Apple, stiamo parlando di 1189 € per la versione a 64 GB e di 1.359 € per quella da 256 GB. Cifre che fanno impallidire l’intera lineup Apple e che sembrano portare il mercato a un nuovo livello di impegno economico.

Questa scelta è stata già molto discussa e potrebbe danneggiare il lancio del nuovo iPhone, anche se, siamo sicuri, che buona parte dell’utenza non se lo farà scappare.

ID facciale

Tra le novità più interessanti presentate c’è proprio il Face ID. Il nuovo dispositivo sarà infatti capace di riconoscere il proprio “padrone” e di sbloccarsi con un semplice riconoscimento facciale. Una tecnologia avanzatissima che porta ulteriormente avanti il sistema di sicurezza e parallelamente la semplicità di utilizzo del prodotto.

Il riconoscimento facciale sarà poi utilizzato anche per tutte quelle procedure di sicurezza come l’autorizzazione di un pagamento Paypal o di un acquisto sullo store.

Ricarica Wireless

L’iPhone X supporterà la famosa ricarica wireless, nuova frontiera delle batterie, ovvero la possibilità di ricaricare il proprio telefono semplicemente poggiandolo sopra una base, senza bisogno di fili e altri elementi. Una vera rivoluzione che mostra ancora una volta il profilo next gen del nuovo smartphone Apple.

Le specifiche tecniche poi sono davvero da urlo, ecco quindi che un prezzo esorbitante nasconde un prodotto avanzatissimo che promette di non avere rivali sul mercato. Sarà da vedere se il portafoglio dei consumatori è pronto per un simile salto di qualità.

Caratteristiche tecniche:

  • Schermo: 5,8” Super Redina Display, risoluzione 1.125 x 2.436 pixel, 458ppi, con HDR, True Tone e 3D Touch
  • CPU: Apple A11 Bionic, hexa-core con GPU proprietaria e Motore neurale
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 64 / 256 GB
  • Fotocamera posteriore: doppia fotocamera da 12 megapixel, con aperture f/1.8 (grandangolo) e f/2.4 (teleobiettivo), con zoom ottico digitale fino a 10X, doppia stabilizzazione dell’immagine e Quad-LED True Tone Flash. Registrazione video [email protected] e [email protected]
  • Fotocamera frontale: 7 megapixel con apertura f/2.2 con scansione 3D del volto e Portrait Lightning
  • Connettività: nano SIM, Wi‑Fi 802.11ac con tecnologia MIMO, Bluetooth 5.0, GPS, GLONASS, Galileo e QZSS, NFC, Lightning
  • Dimensioni: 143,59 x 70,94 x 7,57 mm
  • Peso: 174 grammi
  • Batteria:
  • Certificazione IP: IP67
  • OS: iOS 11

L'articolo Tutto quello che c’è da sapere su iPhone X proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Come creare password sicure per evitare di essere hackerati facilmente

Published by:

Crittografia dati: come creare password sicure nel 2017

La sicurezza informatica è una questione costantemente aperta e in crescita continua, data la mole di informazioni, possibilità di accesso e dati in generale che riversiamo nella rete. Il mondo attuale si muove tra internet banking, acquisti online, attività intere che si gestiscono via web, tutto questo può essere messo a rischio dal furto di una password, evento che spesso, sta a significare il furto di quasi tutti i nostri codici di accesso.

Buona parte delle persone tende infatti a utilizzare la stessa parola chiave per molti servizi, inoltre è oramai noto come attraverso per esempio Facebook e Google possiamo registrarci a moltissimi altri servizi, senza dimenticare che chi possiede la nostra mail principale, ha la possibilità di resettare l’accesso che utilizziamo per altre mail e servizi vari.

Ecco che un evento di phishing o una semplice intuizione da parte di un hacker malintenzionato, può farci praticamente perdere tutto quello che abbiamo nella rete, subire furti di denaro e di informazioni e rischiare di vedere utilizzata la nostra identità per attività illegali.

Password rubata, un problema da non sottovalutare

Subire il furto di una password è un evento traumatico, ci ritroviamo infatti esposti a una serie di rischi che difficilmente riusciamo a calcolare. Nel caso siamo ancora in grado di accedere, abbiamo la possibilità di modificare tutti i nostri accessi, se ci trovassimo tagliati fuori dai nostri account invece, il problema diventerebbe ben più grande.

Per evitare che questo accada, è importante attenersi a tutte le norme di sicurezza del web, stare ben attenti a E-Mail che possono parere sospette e non inserire mai i nostri dati, se non su canali ufficiali e certificati (attenzione esistono anche false pagine Google e simili capaci d ingannarci a un primo sguardo).

La sicurezza però non è tutto, molti hacker infatti, utilizzano anche informazioni su di noi per riscostruire eventuali codici di accesso.

Bisogna quindi assolutamente evitare password classiche come “123456…”, “1111111”, date di nascita, nomi di familiari, date importanti per noi e per il nostro paese e così via.

La password ideale è un insieme di codici e lettere totalmente privo di un significato, certo questo può risultare scomodo per questioni di memoria ma è l’unica vera password sicura.

Creare una password ideale significa utilizzare maiuscole, numeri e caratteri speciali, solo in questo modo avremo la garanzia di non poter subire un furto su base intuitiva.

In alternativa, per ricordarci meglio la nostra complicata password, possiamo utilizzare nomi e elementi che ci ricordino qualcosa di familiare, anche in questo caso però, è importante scegliere un elemento estraneo alla nostra personalità, non quindi il nostro film preferito, o il nostro sport, elementi che possono essere intuiti da un hacker sveglio semplicemente visitando le nostre pagine social.

Utilizzare password differenti

Le password che andremo a utilizzare per il nostro VPS, per i social, o per la nostra E-mail, non devono essere assolutamente le stesse, questo metterebbe a rischio la nostra sicurezza permettendo con una semplice violazione, di prendere il controllo di tutti i nostri account.

La verità è che la soluzione migliore è elaborare password complesse che sfruttino caratteri speciali e maiuscole, segnarle su un classico taccuino e custodirlo gelosamente, rigorosamente utilizzando carta e penna, ancora una volta un file potrebbe essere un elemento hackerabile!

L'articolo Come creare password sicure per evitare di essere hackerati facilmente proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine I rimedi naturali per il mal di gola

Published by:

Ecco come curare il mal di gola in maniera naturale

L’estate è già un lontano ricordo e i primi freddi, assieme a temporali e maltempo sono già arrivati!

Ecco che il primo brutto segnale del cambio di stagione lo sentiamo proprio nella nostra gola, il mal di gola è purtroppo una delle caratteristiche dell’autunno e dell’inverno in arrivo, una situazione spiacevole che ci colpisce specialmente durante il brusco cambio di temperature degli ultimi mesi di settembre.

Per fortuna per alleviare dolore e fastidi esistono tutta una serie di rimedi naturali, semplici da preparare direttamente a casa nostra.

Miele e propoli

Il primo della lista è naturalmente il miele, un cucchiaino di miele infatti, ha effetto sfiammante e antidolorifico. Ecco che latte caldo e miele diventano un toccasana per risolvere i problemi di mal di gola, oltre che un piacevole sfizio da concedersi la sera o prima di andare a letto.

Sempre legata al lavoro delle api c’è poi la propoli, un vero e proprio antibatterico naturale estremamente potente, perfetto per curare il mal di gola e tutte le infiammazioni che vanno a colpire quest’area.

Cipolle

Molto sottovalutate sono le cipolle, queste ultime sono infatti antibiotici e antiinfiammatori naturali. L’ideale è assumerle attraverso una tisana di bucce di cipolla, la zona dove il grosso del principio attivo è presente. Di sicuro il sapore non sarà dei migliori, ma l’effetto è davvero garantito.

Bastoncini di liquirizia e foglie di alloro

Un altro rimedio della nonna è quello di masticare dei bastoncini di liquirizia. In questo caso, oltre a sfiammare la gola, la liquirizia ci aiuta ad alleviare il dolore e a donare quella freschezza tipica di questa pianta. Ecco che in abbinamento con un infuso di foglie di alloro, il mal di gola avrà le ore contate!

Salvia

Anche la salvia ha un potentissimo effetto contro le infiammazioni alla gola. La salvia va preparata in un infuso di foglie da bere due o tre volte al giorno, oltre all’effetto freschezza, anche in questo caso vedremo rapidamente dei miglioramenti nella nostra condizione.

I rimedi casalinghi sono moltissimi, questi elencati sono quelli più potenti e efficaci, il mal di gola adesso non fa più così paura!

L'articolo I rimedi naturali per il mal di gola proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Come prevenire il raffreddore nella stagione autunnale

Published by:

Primi freddi, ecco come prevenire il raffreddore

L’autunno è arrivato e con lui i primi freddi, per chi non è già raffreddato, con coperta e fazzoletto pronti all’uso, ecco alcuni consigli per prevenire il raffreddore.

La classica frescata infatti, è uno degli elementi più fastidiosi che ci perseguiteranno durante autunno e inverno. A volte più fastidioso della stessa febbre, il raffreddore è in grado di metterci praticamente K. O. e di rovinare questo periodo che si muove a grandi passi verso le ferie natalizie.

Vitamine, sali minerali e antiossidanti

La prima arma che possiamo utilizzare per prevenire il raffreddore sono proprio tutti quegli elementi che garantiscono il benessere del nostro sistema immunitario. Ecco quindi che attraverso la nostra dieta o, in alternativa, utilizzando integratori alimentari, diventano fondamentali vitamine, sali minerali e antiossidanti. Si consiglia quindi l’assunzione di soia, spinaci, agrumi vari dal kiwi, alla classica arancia. Da non farsi mancare sono poi miele, uva rossa e thé verde.

Tecniche di prevenzione

Oltre agli elementi legati direttamente al nostro organismo ci sono alcune importanti regole da seguire per prevenire il raffreddore.

E’ necessario infatti lavarsi spesso le mani per evitare l’accumulo e comunque il contatto con batteri esterni che troviamo nel mondo di tutti i giorni.

Se possibile è meglio evitare i luoghi affollati, dove la possibilità di prendere un raffreddore altrui aumentano considerevolmente. Si sconsiglia poi ovviamente di fumare, il fumo infatti debilita l’organismo e impedisce di espellere in maniera naturale i corpi estranei; ecco che prendersi un raffreddore diventa molto più facile da fumatori!

Altro consiglio è quello di evitare il più possibile gli sbalzi di temperatura, spesso e volentieri sono infatti questi la causa scatenante dei fastidiosi raffreddori.

Bere molto

Altro consiglio è quello di bere moltissimi liquidi. Bere è sempre importante, con il rischio di raffreddore lo diventa ancora di più.

Attenzione allo stress

Non è facile, e tutti vorremmo evitarlo, fatto sta che lo stress è uno degli elementi che più indebolisce il nostro organismo rendendolo facile vittima di virus e batteri. Cercate quindi di evitare il più possibile le situazioni di stress, ne vale la vostra salute!

Attività fisica contro il raffreddore

Per concludere si consiglia di svolgere attività fisica, rinvigorente per eccellenza per il nostro organismo. Attenzione però a non prendere freddo e a vestirvi adeguatamente anche durante l’attività!

L'articolo Come prevenire il raffreddore nella stagione autunnale proviene da TOSM.

News

Sorrisi magazine Decorare la casa per la festa di Halloween

Published by:

Idee low cost per decorare la casa ad Halloween

La festa di Halloween che si tiene il 31 di ottobre, è diventata oramai parte integrante delle nostre tradizioni. Giunta in Italia timidamente circa un decennio fa, oggi Halloween si festeggia come se fosse una tradizione nostrana, con tanto di negozi che si preparano all’evento tirando fuori maschere e addobbi, e feste che si tengono un po’ ovunque nel nostro paese.

Ecco che addobbare la casa per Halloween è diventato un nuovo divertimento per chi ama le festività. Le decorazioni di Halloween portano un brivido nel finire di ottobre e fanno la gioia specialmente dei più piccoli, ma non solo.

Ecco quindi alcune idee facili e low cost per realizzare decorazioni di Halloween per la nostra casa!

Barattoli dell’orrore

Se avete a disposizione dei barattoli, magari ad uso alimentare o contenitori di caffè, vernici e quant’altro, non buttateli! I barattoli possono infatti trasformarsi in divertenti o spaventosi addobbi di Halloween. Ecco che, dopo una accurata riverniciatura, disegnando sopra i barattoli facce di scheletri, vampiri e mostri di ogni genere, quello che era destinato alla spazzatura potrebbe diventare una delle vostre decorazioni più riuscite.

La classica zucca

Ovviamente non può mancare la classica zucca di Halloween. Una volta svuotata e intaglia la zucca di Halloween darà quello stile e quel brivido inconfondibile alla vostra casa, meglio ancora se illuminata dall’interno attraverso una candela!

Ragnatele low cost

Altra idea per rendere la vostra abitazione più tenebrosa sono le ragnatele in cotone idrofilo; questo cotone infatti, quando viene sfilacciato rende perfettamente l’immagine della ragnatela ammuffita. Una volta posizionato è il momento di arricchirlo con dei ragnetti realizzabili sia ritagliando un pezzo di cartoncino nero, che semplicemente acquistando a pochi euro una busta di insetti di plastica!

Fantasmi di cartoncino

Un altro materiale immancabile per la decorazione di halloween low cost, è il cartoncino.

Sarà possibile infatti ritagliare semplici sagome di fantasmi da mettere poi sulla porta di casa, alla finestra e dove preferiamo. Per i più abili è possibile anche ritagliare un intero scheletro per spaventare gli avventori del dolcetto o scherzetto!

Spettri e lenzuoli

Ritagliando dei vecchi lenzuoli e inserendo un po’ di cotone da bloccare poi con un gommino sulla cima, sarà possibile realizzare una infinita di fantasmini da appende qua e là, se possibile nel giardino così da rendere la nostra abitazione davvero spettrale.

Le idee sono davvero tante e i materiali che ci servono li abbiamo probabilmente già in casa. Non sprecate denaro per prodotti che può acquistare chiunque, quest’anno ad Halloween, la casa si arreda low cost guadagnando inoltre tutto il divertimento della creazione e della decorazione!

L'articolo Decorare la casa per la festa di Halloween proviene da TOSM.